Integrazione prestazioni sanitarie nelle Poste Italiane

Prevista un’integrazione delle prestazioni sanitarie del pacchetto base per emergenza COVID-19 a favore del personale non dirigente delle Aziende Poste Italiane.

Allo scopo di rafforzare le misure di tutela della salute dei lavoratori nell’attuale fase di emergenza sanitaria è stata prevista una specifica copertura economica, con efficacia retroattiva, per il personale non dirigente delle Aziende rientranti nel campo di applicazione del vigente CCNL, aderente al Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa PosteVita Fondo Salute.
In particolare, l’opzione Base del suddetto Piano Sanitario è stata integrata con le seguenti coperture dedicate a coloro che abbiano contratto l’infezione al virus Covid-19:


– Diaria da ricovero per positività al Covid-19: 100€ al giorno fino a un massimo di 45 giorni;


– Diaria per terapia intensiva per positività al Covid-19: 200€ per ogni giorno di terapia intensiva fino a un massimo di 21 giorni;
– Ricovero domiciliare per positività al Covid-19: Indennizzo forfettario di 1000 € in caso di isolamento domiciliare.


Le citate coperture sono cumulabili tra loro, ove si verificassero le rispettive condizioni. Non sono previste esclusioni, franchigie o contribuzioni a carico dipendente.
L’integrazione riguarda sia il personale dipendente che il proprio nucleo familiare, per il quale si sia provveduto ad estendere l’opzione scelta (Base o Plus), secondo le modalità definite nel Piano Sanitario.
Le coperture economiche, di cui potranno avvalersi anche i nuovi iscritti che subentrano nel corso del presente anno, opereranno retroattivamente ed avranno efficacia fino al 31/12/2020.
La modalità di attivazione sono quelle previste per le prestazioni in forma indiretta dalla Guida Operativa sinistri per il personale non Dirigente di Poste Italiane S.p.A. e delle Società del Gruppo. L’assistito dovrà pertanto entrare nell’Area Riservata del sito www.postevitafondosalute.it, sezione “Rimborsi e Network ODO/Richiesta rimborso spese sanitarie”, presentando la seguente documentazione:
– Certificato che attesti positività al Covid-19 più cartella clinica completa, in caso di ricovero;
– Certificato di ricovero domiciliare per positività al Covid-19.